Alla Mediterranean Cup si parte dall’ambiente, Colella “lo sport è anche impresa”

Una giornata all’insegna delle buone pratiche per un comportamento ecosostenibile. È così che prende avvio la Mediterranean Cup 2022.

La manifestazione, organizzata dalla New Sport Academy A.S.D. in collaborazione con la Federazione Italiana Vela ed il Circolo Velico e patrocinata dalla Regione Calabria – Sezione Turismo – Calabria Straordinaria, punta non solo a promuovere la vela come sport nel territorio di Reggio Calabria, ma anche a salvaguardare l’ambiente in cui viviamo.

Da qui la decisione di partire con una “giornata ecologica” e ripulire la spiaggia del lungomare Falcomatà che nei prossimi giorni, verrà utilizzata dai regatanti nel corso della manifestazione sportiva.

L’evento patrocinato dal Comune di Reggio Calabria, in collaborazione con Teknoservice, Legambiante sez. RC, One Ocean Foundation e Federazione Italiana Vela, ha visto anche la partecipazione degli studenti del liceo scientificoLeonardo da Vinci” e degli scout del mare gruppo “Stella polare“.

“Il percorso che vogliamo affrontare con gli studenti ha spiegato Valentina Colella, Presidente della Federazione Vela Calabria e Basilicata è quello dell’attenzione all’ambiente, ma non solo. C’è necessità di far capire alle giovani generazioni che anche il mondo sportivo è a tutti gli effetti un’impresa a 360°.

È per questo motivo che ringrazio i prof. Martino e Ocello che, sia oggi che nei prossimi giorni, seguiranno i ragazzi in questa “alternanza scuola-lavoro” alla Mediterranean Cup.

L’obiettivo? Far capire loro che lo sport può dare vita ad un’attività imprenditoriale con riscontri anche nel settore turistico ed ecologico.

Si parte oggi con la pulizia della spiaggia, ma si proseguirà nei prossimi giorni con l’accoglienza degli atleti e dei loro accompagnatori e ancora con la promozione del territorio presso il villaggio che sarà presto allestito in via marina bassa”.

Lascia un commento