L’era dei taxi volanti, anche in Italia ci si sposterà con i droni

Ricordate il film futuristico Blade Runner, dove navette elettriche volanti trasportavano le persone per la città? quelle scene oggi sono realtà. È iniziata l’era dei droni taxi a guida autonoma e a inaugurare tale servizio è stata la città di Dubai nel 2017 col debutto del primo taxi volante. Altre città sono in corsa per far volare questi mezzi elettrici e nel giro di pochi anni i taxi tradizionali potrebbero diventare soltanto un ricordo.

Nel 2024 Roma sarà la prima città in Europa insieme a Parigi di avvalersi del taxi volante Volocity prodotto dall’azienda tedesca Volocopter. Visto da vicino ha le sembianze di un piccolo elicottero a due posti con sopra 18 rotori e alimentato con batterie al litio che lo rendono assolutamente ecosostenibile. In un primo momento sarà guidato da un pilota, per rassicurare i primi clienti grazie alla presenza umana a bordo, ma in uno step successivo sarà sostituito dalla guida da remoto permettendo lo spazio a due passeggeri.

Prima del decollo bisognerà impostare la destinazione e l’aerotaxi si alzerà in volo per raggiungerla. Ovviamente i tempi per muoversi da un punto a un altro della città saranno nettamente inferiori a quelli richiesti dallo spostamento via terra. Si muoverà a una velocità massima di 110 km/h, atterrando e decollando dai ventiporti, piccoli spazi urbani dedicati alle partenze e agli atterraggi. Il primo collegamento di Volocity sarà effettuato dall’Aeroporto di Fiumicino con il centro di Roma e impiegherà 15 minuti invece di una media di 45 minuti. Il servizio si potrà prenotare con un app da smartphone.

 

Lascia un commento