L’OmiFer torna a Palmi, quant’è dolce l’attesa per la gara contro Marcianise

La quarta giornata di ritorno della Regular Season di Serie A3 Credem banca – girone “Blu” 2022/2023 segna una tappa memorabile per l’OmiFer “Franco Tigano” e per la città di Palmi: quella del ritorno a casa dopo anni di esilio per mancanza di idonee infrastrutture sportive. I tifosi che in tutto questo tempo non hanno comunque fatto mancare il loro affetto e supporto sono pronti ad accorrere in massa all’arena “PalaSurace” di via Vivaldi, finalmente funzionale per accogliere la pallavolo che conta.

Seggiolini delle gradinate, tribunette, panchine, taraflex: tutto è tirato a lucido per quella che sarà una vera e propria festa di sport per l’intera comunità, fra le più agognate di sempre. Grande attesa dunque per il fischio d’inizio fissato per oggi, sabato 21 gennaio, alle ore 18, quando i riflettori si sposteranno e saranno puntati esclusivamente sul rettangolo di gioco che vedrà capitan Gitto e compagni da un lato e la “Volley Marcianise” dall’altro contendersi la posta in palio.

I ragazzi di mister Radici, quarti in classifica a pari punti, 26, con la “M2G Bari” e la “Wow Green House Aversa”, faranno di tutto per battezzare il loro rientro a Palmi con una vittoria a bottino pieno ma sanno che sarà necessario mantenere la giusta concentrazione e lucidità per avere la meglio su un avversario ostico che si batterà con le unghie e con i denti. Marcianise è infatti penultimo in classifica, a 15 punti, e si trova a dover lottare per non retrocedere.

Ne è pienamente consapevole in primis coach Andrea Radici che invita i suoi ragazzi a non abbassare mai la guardia. Ma è abbastanza chiaro che l’ambiente è carico come non mai, galvanizzato per un approdo ad “Itaca” in una versione dell’Odissea che ad accogliere “l’OmiFer-Ulisse” non vede le velleità dei “Proci” ma l’immensa gioia di tutti i concittadini. “Il rientro a Palmi – commenta euforico Radici – significa che la società ha già vinto la sua partita e addirittura il suo campionato, con questo esordio nella nostra nuova casa. È sicuramente un momento che darà la possibilità di vivere delle emozioni intense a tutti coloro che si sono prodigati in questo periodo, in maniera veramente encomiabile, per restituire la pallavolo a Palmi e restituire alla “Franco Tigano” la possibilità di giocare di fronte alla propria gente, quindi, partiamo dalla vittoria della società che speriamo di imitare con una prestazione importante. Certamente, – precisa- su questo la cautela è d’obbligo perché abbiamo affrontato un periodo con diverse problematiche, oltre che pieno d’impegni; speriamo di sopperire con la forza del gruppo, con la coesione, con il gioco di squadra a quelle problematiche che un pochettino ci stanno condizionando in questo ultimo periodo, anche se devo dire che, come nella partita di coppa a Catania, la squadra sta dando delle risposte positive, pare proprio che il peggio sia alle spalle, quindi, speriamo che la prestazione odierna ci permetta di poter dire che siamo tornati a giocare ad un livello buono. Di fronte a noi, -aggiunge Radici – abbiamo un avversario difficile perché nel girone di ritorno ogni squadra ha i suoi obiettivi, dunque, tutte le partite hanno dei significati importanti per chiunque le affronti ma, soprattutto, perché Marcianise, che ha un buon organico, è nel pieno della lotta salvezza per cui questi due aspetti messi insieme fanno sì che dovremo senz’altro affrontare la partita, oltre che sul piano tecnico-tattico, anche con il piglio giusto sul piano agonistico. Il mio augurio, la mia speranza e le mie prerogative sono tali affinché questo possa accadere; nella rifinitura di ieri, abbiamo cercato di preparare al meglio gli ultimi dettagli: adesso – conclude – il verdetto spetterà al campo, anche questa volta e come sempre”.

Consultando l’almanacco, sono tre i precedenti tra le due squadre, con altrettanti successi per l’OmiFer Palmi. Nella partita di andata, a Nola, le canotte azzurre liquidarono la pratica imponendosi per 3 set a 1; una vittoria propiziata da un’inarrestabile Pawel “Power” Stabrawa autore di ben 36 punti in quella gara che proiettò definitivamente la “Franco Tigano” nelle zone alte della classifica. Nessun ex nelle formazioni. Arbitreranno l’incontro Barbara Manzoni e Giorgia Spinnicchia.

Lascia un commento