ASD Scherma Reggio festeggia i 30 anni di attività

Trent’anni di attività per la ASD Scherma Reggio festeggiate al termine dell’ennesima stagione. La più antica scuola di scherma di Reggio Calabria, diretta dal maestro Salvatore Colica, ha voluto riunire i maestri e gli atleti, coi rispettivi genitori, della Società per ripercorrere la sua lunga storia. È quanto scritto in una nota della stessa società.

“Il maestro, nonché Presidente, Salvatore Colica – si legge – ha ringraziato tutti per la corale presenza ricordando, non senza emozione, tutti gli anni trascorsi in pedana nell’intento di trasferire, a piccoli e grandi atleti, la passione per una disciplina che lo aveva rapito fin da bambino quando, all’età di sette anni, entrò per la prima volta nella gloriosa Sala d’Armi del Maestro Giovanni Bicchi. Non poteva mancare inoltre il ricordo del grande Maestro Biagio Colica – prosegue la nota -, suo prozio, che ebbe il merito di trasmettere al proprio padre e ai suoi fratelli la passione per questo nobile sport.

Sin dai primi del novecento, la famiglia Colica ha rappresentato con orgoglio la città di Reggio Calabria in questa affascinante, antica e nobile arte . Solo nel 1992, il Maestro Salvatore con altri due schermidori reggini, Alessandro Arnò e Alessandro Travia, sotto la saggia guida del Maestro Giovanni Bicchi, fondava il “Circolo della Scherma Reggio Calabria” ( attuale Scherma Reggio ASD). L’opera incessante ha permesso di formare atleti di spessore tra cui si sono distinti: Giusy Albano, terza ai Campionati Italiani Paraolimpici 2019 nella categoria spada per non vedenti, allenata dal Maestro Colica e seguita dall’istruttore Michele Scappatura , quest’ultimo, nel 2014 convocato agli Europei di spada maschile under23.

Il lavoro principale è svolto nella cura nell’infondere la passione per questa specialità – conclude la nota -, che non è solo uno sport ma rappresenta uno stile di vita.

Lascia un commento