ASPROMONTE fascino bianco… con vista mare

“Ammantata di candida neve è la montagna che regala emozioni uniche: dal silenzio di un paesaggio incontaminato e selvaggio, al gusto dell’avventura e sport neve ammirando il mare dello Stretto”

ASPROMONTE fascino bianco… con vista mareIl massiccio dell’Aspromonte, rappresenta la parte più estrema della catena appenninica, dove svetta la cima di Montalto, che raggiunge i 1965 mt.

La sua storia racchiude un percorso di cultura, gastronomia e tradizioni grecaniche.

La morfologia del territorio è abbastanza variegata, conserva una fitta vegetazione e l’abbondanza delle precipitazioni danno vita a numerosi corsi d’acqua (fiumare). Qui sono presenti tutti gli elementi caratteristici della macchia mediterranea, dove flora e fauna sono protette all’interno della grande area del Parco Nazionale d’Aspromonte nella quale si possono ammirare boschi di pinete, faggi, alberi di castagno plurisecolari, pioppi, felci e altre specie rare.

La ricca vegetazione e il clima favorevole garantiscono inoltre la presenza di molte specie di animali e mammiferi come volpi, scoiattoli neri, cinghiali, lepri, martore, faine e qualche esemplare di lupo. Durante la stagione invernale, regna il silenzio della natura che è in letargo e diventa un luogo privilegiato per praticare sport di neve, con lo sguardo rivolto verso il mare e ammirare il panorama circostante. Il centro montano di Gambarie che sorge a 1350 mt. di altitudine, è il punto di riferimento per il turismo in ogni stagione dell’anno.

È una località immersa in un bel paesaggio boschivo, ricco di suggestivi scorci, aree verdi, ruscelli e da qui si possono compiere diverse escursioni attraverso ben 200 km di sentieri. Gambarie è una delle più antiche e attrezzate stazioni sciistiche del meridione, per amanti di sci, snowboard, fondo, ciaspolate e percorsi in motoslitta. Qui è nata la prima seggiovia del sud Italia, inaugurata nel 1956.

Nel corso degli anni, la località ha avuto un buon sviluppo turistico, grazie ai moderni impianti di risalita, nuove piste da discesa e nuove strutture ricettive che sono in fase di completamento. Nei weekend diventa meta preferita di molti appassionati provenienti da Calabria e Sicilia, poiché facilmente raggiungibile in poco tempo.

Da piazza Mangeruca, parte la prima seggiovia biposto che arriva a monte Scirocco e serve le piste Nord e Sud, da qui parte la seconda seggiovia che prosegue fino a monte Nardello, a 1730 mt. di quota e serve la pista Del Sole. Altre due seggiovie saranno inaugurate per servire la pista Telese e la nuova pista Nino Martino a 1840 mt.di altitudine. Inoltre sarà funzionante un nuovo skilift e una pista di bob.

Il comprensorio sciistico presenta un percorso totale di 10 km di piste battute, divise per grado di difficoltà: 1 facile, 3 medie e 1 difficile. Le piste sono dotate di impianti di innevamento artificiale e rifugi posizionati anche in quota. Gambarie offre alberghi, centro benessere, ristoranti e negozi di prodotti tipici, artigianato, noleggi sci e motoslitte. In località “Tre Aie” incontriamo accoglienti aree pic-nic con caratteristiche fontane da cui sgorga un’acqua freschissima, e non è difficile intravedere tra gli alberi scoiattoli dal mantello nero e dal ventre bianco.

Nel corso dell’anno a Gambarie si tengono numerose sagre legate ai prodotti tipici: funghi, maccheroni, castagne, carne di cinghiale e maiale. Tra le manifestazioni sportive, si svolgono il motoraduno nazionale, la festa della neve e gare sciistiche.

ESCURSIONI

Servendosi di ciaspole, sci alpinismo o motoslitta, si possono effettuare escursioni guidate tra i boschi. Dal centro di Gambarie è possibile raggiungere attraverso sentieri segnalati, molti luoghi incantevoli della natura aspromontana: l’area dell’ex base americana, sul monte Nardello, la Diga del Menta, le Cascate del Maesano, il Santuario di Polsi, fino ad arrivare a Montalto, il punto più alto dell’Aspromonte. Qui a quota 1965 mt. svetta la grande statua in bronzo del Cristo Redentore e si può osservare gran parte della costa calabrese con i mari Ionio e Tirreno, una vasta area della Sicilia e le isole Eolie.

DA VEDERE NEI DINTORNI

Monte Scirocco, con la prima seggiovia accessibile anche ai pedoni è possibile raggiungere la sommità del monte, da cui si gode un bel panorama sullo Stretto. Il laghetto “Rumia” che dista circa 3 Km dal centro del paese, dove nelle sue acque vivono diverse qualità di pesci e oche. La pineta accanto alla chiesetta del Sacro Cuore, meta preferita per fare pic-nic, al cui centro è presente una fontana degli anni ‘50. Il “Cippo di Garibaldi” distante solo 7 Km. dal paese. Qui è situato il grande albero con un incavo in cui si riposò Garibaldi ferito, e nelle vicinanze sorge un piccolo mausoleo che ricorda le grandi imprese dell’eroe.

Testi e foto Michele Malara

Lascia un commento