Parata di stelle dello sport ai premi Manlio Scopigno e Felice Pulici

Si è svolta, presso il salone d’ Onore del Coni a Roma, la cerimonia di consegna dei Premi Manlio Scopigno e Felice Pulici 2021/2022. I premiati sono stati ricevuti dal Presidente del Coni Giovanni Malagò che ha messo a disposizione la prestigiosa location. La manifestazione è stata presentata dal giornalista di Rai sport Marco Lollobrigida e dalla giornalista Greta Beccaglia. Presenti il Presidente dell’Asd Scopigno Cup Fabrizio Formichetti e il Presidente Onorario Scopigno Cup Gianni Letta.  Oggi, con i premi Scopigno – Pulici, si chiude il cerchio degli eventi Scopigno Cup 2022, ha detto il Presidente Fabrizio Formichetti. Manlio Scopigno ha rivoluzionato il gioco del calcio, ha inserito la figura dello psicologo e del preparatore atletico. Felice Pulici lo ricordiamo tutti per le sue capacità umane.

Lo spirito dello Scopigno è promuovere i valori dello sport per i giovani, un servizio grandissimo alla Nazione perché aiuta a ritrovare un senso di coesione sociale nella comunità, ha ribadito il Presidente Onorario Gianni Letta. Il Presidente del Coni Giovanni Malagò ha salutato i presenti, sottolineando che “la Scopigno Cup è un’associazione dilettantistica, no profit e come tale rappresenta il cuore e la colonna vertebrale di tutto il mondo sportivo”. Pulici e Scopigno sono stati dei portabandiera dello sport e lo sarebbero anche oggi”. La cerimonia di premiazione è cominciata con il premio al miglior allenatore di “serie A” a Davide Nicola, che è intervenuto in videoconferenza.  A Salerno, dove Manlio Scopigno diede il meglio di sé come giocatore, Davide Nicola ha compiuto la missione impossibile, la salvezza miracolosa; come miglior allenatore di “serie B” è stato premiato Fabio Pecchia per aver dispensato saggezza, prima in campo da giocatore e ora da allenatore, riportando in serie A una società storica come la Cremonese.

Il premio come miglior direttore del settore giovanile è andato a Roberto Samaden perché da anni coltiva, costruisce e forma, come uomini ancor prima che calciatori, i migliori talenti del nostro sport più amato; Manager of the year Walter Sabatini per il quale ha ritirato il premio Pietro Bergamini premiato dal giornalista Amedeo Goria e da Pietro Maglioni di Ritec. E poi, sono arrivati, i tanto attesi Premi speciali alla Carriera “per l’immagine dell’Italia nel mondo”. Premiato il Presidente FIGC Dott. Gabriele Gravina: “Il sogno è uno dei momenti più belli della nostra vita, ha detto il Presidente, l’Italia sogna non solo quando centra gli obiettivi sportivi ma anche attraverso il percorso che porta alla vittoria. Noi investiamo sulla capacità di stare insieme, su un progetto di convivenza fatto di rispetto e condivisione.

Premio speciale al portiere Gianluigi Buffon premiato dal Presidente della Federazione italiana golf Franco Chimenti. Per la sua carriera infinita. Campione da ragazzino e campione per sempre. Le sue mani stringono ancora forte la coppa del mondo del 2006. Un’icona del calcio nazionale ed internazionale, uno dei portieri più forti di sempre; premio speciale anche a Marco Tardelli, il centrocampista più completo di sempre, premiato da Giorgio Annis amministratore delegato di Crai. Perché a distanza di 40 anni il suo urlo è sempre mundial e riecheggia ancora nel Santiago Bernabeu. Emozionante il momento della consegna del Premio speciale alla carriera a Diego Armando Maradona, il più grande calciatore di sempre. Premiato dalla giornalista Eleonora Rossi, ha ritirato il premio il figlio Diego Armando Maradona jr. È una grande emozione ricevere questo importante riconoscimento per mio padre, ha detto Maradona jr, da quando papà è venuto meno è piombata su di noi la responsabilità di rappresentarlo al meglio. La nostra missione è di ricordare l’uomo: papà era una persona meravigliosa che ci manca tanto. Premiato anche Paolo Rossi simbolo della nazionale italiana. La moglie Federica Cappelletti in un video messaggio ha ringraziato l’organizzazione e la giuria.

 

Ed ancora, il premio alla carriera Felice Pulici a Giancarlo Oddi perché protagonista, insieme a Pulici, di una delle difese più imperforabili della storia del calcio italiano. Ha premiato il Vicesindaco e Assessore allo sport del Comune di Rieti Chiara Mestichelli. Tra i premiati Giovanni Bertini scomparso a causa della SLA.  La figlia Benedetta Bertini che ha ritirato il Premio, ha ricordato come “Felice Pulici sia stato un esempio di vita, quando suo padre aveva la SLA e lo stavano sfrattando, Pulici e Viola, hanno fatto tutto quello che potevano per lui. Successivamente, si è passati al premio giornalistico alla carriera a Franco Melli, premiato da Gianni Letta e Massimo Maestrelli, amico di Manlio Scopigno, testimone di un calcio che non c’è più, raccontato con passione e competenza.

Premio giornalistico a Silvio Rossi per l’attività di giornalista e di scrittore. Un punto di riferimento per i più giovani, un esempio da seguire. Premio giornalistico ufficio stampa a Fabrizio Marchetti esempio di come va condotto al giorno d’oggi un ufficio stampa, premiato da Andrea Abodi e Gabriele Pulici. È arrivato anche, il saluto di Ciro Immobile, premio Scopigno come migliore giocatore della serie a 2021-2022. È un onore per me ottenere questo storico riconoscimento, ha detto Immobile, che naturalmente condivido con tutti i miei compagni di squadra. Lo dedico a loro e ai nostri tifosi che sono straordinari e ci seguono sempre, sia in casa che in trasferta. Con il sostegno alla 30°edizione della Scopigno Cup, ha dichiarato Michele  Attivissimo, direttore commerciale retail della direzione regionale Lazio e Abruzzo di Intesa Sanpaolo, il nostro gruppo conferma il proprio impegno a favore dello sport, e al valore della pratica sportiva per una sana crescita delle giovani generazioni.

La manifestazione vede anche l’alto patrocinio del Parlamento Europeo, con il contributo di Presidenza del Consiglio dei Ministri, dipartimento dello sport ed Enit e sostegno del Ministero del turismo, della regione Lazio e la sponsorizzazione di prestigiosi partner quali: Crai, Intesa san paolo, Algida, Poste italiane, Fondazione Varrone, Ri.tec, Arexons e come fornitore tecnico La Umbro e Sixtus. Due le novità per il prossimo anno per la Scopigno Cup ed i premi Scopigno – Pulici,  l’intitolazione del premio per il miglior giocatore a Diego Armando Maradona; l’intitolazione di un premio giornalistico alla memoria di Roberto Renga.

Lascia un commento