A Bova Marina grande successo per la due giorni della Festa del Pane

Grande successo della “Festa del Pane”, evento conclusivo dell’estate Bovese e che rientrava nel progetto “Bova Marina Borgo della Sinagoga – suggestioni e percorsi per vivere il territorio” che – si legge in una nota – ha l’obiettivo di potenziare l’offerta turistica, attraverso la valorizzazione e promozione di Bova Marina come Borgo della Sinagoga ebraica di San Pasquale.

Una forte caratterizzazione di Bova Marina, intesa come elemento distintivo rispetto alla forte connotazione di appartenenza all’Area Grecanica, si definisce grazie alla presenza della Sinagoga Ebraica di San Pasquale, sito archeologico poco conosciuto nonostante la forte valenza storica e culturale. Il pane è sempre stato individuato nella storia come cibo comune a numerose culture e tradizioni, prodotto della civiltà contadina di Bova Marina ed espressione significativa delle religioni cristiana ed ebraica. Nella cultura tradizionale ebraica il gesto dello spezzare il pane ha un significato rilevante: il pane era un alimento fondamentale e spezzarlo significa volerlo condividere con qualcuno.

Nel corso delle giornate due giornate – prosegue la nota – il territorio ha offerto una degustazione di alcune specialità di pane tipico, conditi con prodotti del territorio dall’olio alla marmellata di bergamotto. Sono stati organizzati degli show cooking a cura dell’IPSSAR dell’Istituto Euclide diretto dalla preside Carmen Lucisano che ha deliziato il numeroso pubblico con diverse specialità di pane realizzato dagli chef e grazie al lavoro dei docenti della scuola. Le due giornate sono state arricchite da un’ampia esposizione fieristica con stand di prodotti tipici locali (pane, vino, olio, formaggi e artigianato) a cura di produttori e aziende calabresi e da eventi artistici molto apprezzati. In particolare: le Fontane Danzanti della Dominici’s, suggestivo spettacolo con giochi d’acqua, luci, colori, musica e fuoco, realizzato sullo sfondo della facciata del palazzo municipale di Bova Marina. Non sono mancati gli eventi dedicati alla tradizione: la perfomance dei pizzaioli acrobatici, i balli del gruppo folk i Peddaroti e il tradizionale ballo “Du Camiddu” che ha affascinato grandi e piccini.

La manifestazione – conclude la nota – ha coinvolto ampiamente i numerosi cittadini e turisti presenti sul territorio anche attraverso il servizio di trenino turistico lungo le vie del paese e con tappa al museo d’arte contadina presso IRSSEC e al parco Archeoderi, dove è stata allestita un’interessante mostra sui luoghi dell’Aspromonte. La manifestazione è stata realizzata e promossa dall’Amministrazione Comunale di Bova Marina guidata dal sindaco On.le Saverio Zavettieri, grazie alla sinergia degli assessorati ai Lavori Pubblici e delle attività produttive con il supporto degli enti di volontariato del territorio (Proloco di Bova Marina, Lados Bova Marina, Prociv Delia Odv e associazione nazionale carabinieri) e la direzione organizzativa dell’Associazione culturale arte e spettacolo “Calabria dietro le quinte”.

Lascia un commento