Reggio Calabria: l’8 novembre la 31ª edizione del Premio Anassilaos

Si terrà venerdì 8 novembre presso l’Auditorium “Nicola Calipari” del Consiglio Regionale della Calabria la cerimonia di consegna del Premio Anassilaos di Arte Cultura Economia e Scienze giunto alla sua 31ª edizione.

Lo comunica il Presidente Stefano Iorfida a conclusione della riunione finale del Comitato di Indirizzo che ha approvato le proposte avanzate dal Comitato Scientifico, composto da docenti e studiosi italiani ed europei invitati, anno dopo anno, a proporre nominativi da insignire del riconoscimento.

31ª edizione del Premio Anassilaos

Un premio che si rivolge soprattutto al mondo della ricerca, alle Università e a quegli Istituti che la ricerca hanno come obiettivo primario.

In tale ambito si registra la presenza di due importanti ricercatori statunitensi, Alfonso Agnew, Direttore del Dipartimento di matematica dell’Università statale della California a Fullerton e di Michael Campbell nonché della studiosa di chimica molecolare, docente all’Università di Strasburgo.

Dello spagnolo Francisco Marco Simòn dell’Università di Saragozza, studioso delle religioni, ma anche di illustri docenti di Diritto (Giovanna Coppola, Diritto Romano Università di Messina, Giovanni D’Amico, Diritto Privato Università di Reggio Calabria) e nell’ambito degli Studi Storici il prof. Giuseppe Parlato, Presidente della Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice, e la pedagogista Teodora Pezzano (Unical) nonché i Premi alla Carriera conferiti a Giuseppe Mandaglio (Università Mediterranea) e a Carmela Raccuia (Università Messina).

Ma il Premio dice il Presidente Iorfida volge la propria attenzione anche alla società civile nell’ambito della Sezione “Polis”, che si propone di esaltare il senso e lo spirito della “comunità” caratterizzata da una coscienza della legalità intesa non soltanto come mero rispetto di una norma ma come senso di appartenenza ad una collettività regolata.

Con i riconoscimenti conferiti a Luigi D’Alessio, Procuratore della Repubblica di Locri e a Roberto Di Bella, Presidente del Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria, alle arti (la musica con Giovanna Marini, cantautrice e studiosa del folklore italiano nonché una delle figure più importanti nello studio, nella ricerca e nell’esecuzione della tradizione musicale popolare italiana) al giornalismo (Riccardo Cristiano, già giornalista Rai, vaticanista, particolarmente attento ai temi del dialogo tra fedi e culture) e allo studio e alla tutela del patrimonio archeologico, storico e artistico nell’ambito della sezione “Mneme” (Fabrizio Sudano, Direttore del Museo e Parco Archeologico di Medma, Gabriella Tigano, Direttore del Parco di Naxos-Taormina, Fabrizio Mollo, autore di una importante guida archeologica della Calabria).

Accanto agli studiosi più affermati l’Anassilaos anche in questa edizione dedica grande spazio ai giovani studiosi (ricercatori, dottori di ricerca, dottorandi) sui quali ricade il compito gravoso, e spesso misconosciuto, di proseguire la via tracciata dai propri maestri.

Lascia un commento