Amici a quattro zampe sempre più attivi in società

Considerati veri e propri membri delle nostre famiglie, 1 italiano su 2 vive con un pet a cui gli dedica gran parte del tempo libero. Inoltre dedica grande attenzione al benessere e alla nutrizione con una dieta equilibrata come raccomandano i veterinari.

Il riconoscimento dei nostri amici a quattro zampe va ben oltre l’ambiente familiare. Molte aziende ad esempio consentono ai lavoratori di recarsi in ufficio con il proprio animale. I pet sono ormai membri riconosciuti in società, dove prestano incarichi di rilievo e prestano sempre più servizi. È’ quanto emerge dal rapporto annuale sul mondo dei pet curato da Assalco e Zoomak International con il contributo di Centro Studio Sintesi, di IRI Information Resources e dell’Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani.

Nelle situazioni di emergenza come disastri ambientali, sono sempre in prima linea, instancabili e frettolosi di salvare vite umane. Ma non solo, oltre a fornire assistenza ai non vedenti, possono prestare soccorso alle persone affette da diabete, perché sono in grado di identificare le variazioni di glucosio nel sudore o nella saliva. I pet hanno un ruolo importante nei percorsi di riabilitazione negli ospedali, nelle carceri e nelle terapie di supporto per i bambini vittime di bullismo e abusi. Questo fa capire quanto gli animali siano molto simili all’uomo, interagiscono col proprio padrone e soprattutto lo fanno con una dote innata.

Lascia un commento