Valli Cupe di Sersale, riserva naturalistica nel cuore della Calabria

Situata ai piedi della Sila Piccola nel territorio di Sersale, è un importante area naturalistica per gli amanti delle escursioni a contatto con la natura, attraverso un percorso caratterizzato da gole, alberi secolari e le cascate dei fiumi Campanaro e Crocchio. Il sentiero che conduce al punto d’ingresso delle Valli Cupe ha origini antichissime e collegava quattro monasteri basiliani, da qui si arriva al Canyon che è uno dei più grandi d’Europa, lungo circa 10 km con pareti alte fino a 130 metri. La configurazione morfologica è caratterizzata dalla presenza di gole ed imponenti monoliti insieme a una ricca vegetazione di rara bellezza, come la felce bulbifera, un vero e proprio fossile vivente che risale al terziario. Altrettanto ricca è la fauna, con la presenza di specie rare come la salamandrina dagli occhiali, il nibbio, il gufo reale, il corvo imperiale e l’avvoltoio egiziano.

Cascata del Campanaro – Sul sentiero che conduce alla cascata è possibile incontrare 3 sorgenti, un vullu (una caratteristica pozza d’acqua corrente) e un vecchio ponte, costruito da abilissime maestranze locali. La cascata è alta circa 22 metri e immersa in uno scenario paradisiaco, abbellito dal colore straordinario della roccia che fa da sfondo al salto dell’acqua e arricchito dalla presenza di piante rare.

Pietra del Ruvazzo – È un vero e proprio eco-museo che reca importanti testimonianze della storia umana. Presenta infatti alcune incisioni risalenti al ‘600, legate alla storia del brigantaggio e riferimenti ad antiche leggende.

Lascia un commento